ASCOLTA IL POST

    Premessa

    Molti lavoratori hanno già fatto domanda per ottenere questi soldi, ma alcuni sono stati esclusi perché non rispettavano tutti i requisiti. Se anche voi avete ricevuto il rifiuto della richiesta, non disperate! C’è la possibilità di chiedere un riesame, allegando la documentazione necessaria a dimostrare di avere diritto all’indennità. Qui di seguito il riassunto del Messaggio INPS numero 491 del 05-02-2024.

    Novità Riesame

    Il decreto Aiuti prevede un’indennità una tantum di 550 euro per i lavoratori dipendenti privati con contratto part-time ciclico nel 2021. Il decreto 145/2023 ha esteso la platea dei beneficiari a tutti i contratti part-time con sospensione ciclica dell’attività lavorativa di almeno 1 mese (7-20 settimane).

    Esempio Pratico

    Facciamo chiarezza con questo esempio pratico: la signora Maria ha un contratto part-time ciclico con sospensione di 8 settimane da giugno a settembre. Ha presentato domanda per l’indennità una tantum ma è stata esclusa. Maria decide di chiedere il riesame allegando i seguenti documenti:

    • 1- Copia del contratto part-time ciclico con evidenza delle 8 settimane di sospensione da giugno a settembre 2021;
    • 2- Dichiarazione del datore di lavoro che conferma che Maria non aveva altri rapporti di lavoro dipendente né percepiva NASpI al 30 novembre 2022;
    • 3- Dichiarazione dell’INPS che attesta che Maria non percepiva pensione diretta al 30 novembre 2022.

    Può presentare la richiesta di riesame online, allegando i documenti tramite il link “Allega documentazione”. La Struttura territoriale dell’INPS, esaminata la documentazione, può accogliere la richiesta di riesame di Maria riconoscendole l’indennità una tantum di 550 euro, in quanto dai documenti prodotti emerge chiaramente che la signora soddisfa tutti i requisiti previsti.

    Scadenza

    Avete 120 giorni di tempo dalla notifica del rifiuto per presentare l’istanza di riesame.

    Documenti

    Dovete allegare il contratto part-time ciclico, una dichiarazione del datore di lavoro e un’attestazione INPS che provino che avevate i requisiti a novembre 2022.

    Richiesta riesame

    Potete presentare richiesta di riesame direttamente online, accedendo con SPID al sito dell’INPS, oppure, con il vostro professionista di fiducia che aveva inoltrato per voi la domanda.

    Print Friendly, PDF & Email