ASCOLTA IL POST

Premessa

Ci siamo. L’INPS con il Messaggio numero 4179 del 24 novembre ha chiarito che: il reddito di cittadinanza chiude i battenti a gennaio. Oggi per l’appunto, affronteremo un tema caldo per molte famiglie italiane; il termine ultimo per la presentazione delle domande, le novità e i pagamenti sulla sua gestione finale.

La fine di un’era

La Legge di Bilancio 2023 ha segnato la fine del Reddito di Cittadinanza, con la cessazione del programma fissata al 1° gennaio 2024. Per coloro che attualmente beneficiano di questa misura, è importante sapere che il sostegno terminerà definitivamente il 31 dicembre 2023. Ciò vale anche se non avete ricevuto le 18 mensilità previste dalla normativa.

Ultima chiamata!

Se state pensando di fare domanda per il Rdc, sappiate che il tempo è ormai agli sgoccioli. La data limite per inoltrare una nuova domanda è il 30 novembre 2023. Dopo questa data, non sarà più possibile presentare nuove richieste. In alternativa, potete presentare la domanda SLF, oppure, attendere l’apertura della nuova piattaforma INPS a Gennaio 2024 per richiedere il Nuovo assegno di inclusione (A.D.i).

Carta e pagamenti

Nonostante la fine del programma, la Carta Rdc rimarrà attiva nei primi mesi del 2024. Questo permetterà ai beneficiari di utilizzare eventuali importi accreditati. Inoltre, se avete diritto a pagamenti arretrati o dovuti a titolo di Assegno Unico Universale (AUU), questi verranno liquidati fino a febbraio 2024.

La settima mensilità?

Una particolare attenzione va ai nuclei familiari che hanno ricevuto la settima mensilità a ottobre e non hanno i requisiti per continuare a ricevere il beneficio. Questi nuclei devono essere presi in carico dai servizi sociali. Se ciò avviene, potranno ricevere il pagamento di novembre il 15 dicembre e quello di dicembre, se dovuto, il 27 dello stesso mese.

Conclusione

Le date da segnare sul calendario sono il 30 novembre per le ultime domande e il 15 e 27 dicembre per gli ultimi pagamenti. Speriamo che queste informazioni vi siano state utili. Per ulteriori aggiornamenti e assistenza, non esitate a contattare i servizi sociali locali, l’inps o il vostro professionista di fiducia che ha inoltrato la domanda per voi. Il tempo è essenziale, quindi assicuratevi di prendere i passi necessari prima che scadano i termini finali.

Serve Aiuto?

Contattami con il bottone informazioni in basso a destra, sarò felice di aiutarti ed eventualmente, dove possibile, toglierti un dubbio o segnalare un problema!

Print Friendly, PDF & Email